Glossario

Top










A

A





A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z |


Amenorrea:
assenza delle mestruazioni.

Analgesico:
sostanza che riduce o sopprime la sensibilità al dolore.

Antiarteriosclerotico:
sostanza che protegge dall'alterazione degenerativa, o indurimento, delle arterie.

Antibiotico:
sostanza che contrasta la crescita dei principali germi patogeni.

Antidiarroico:
sostanza che combatte la diarrea.

Antiemetico:
rimedio che attenua o onibisce il vomito.

Antiemorragico:
rimedio contro le emorratgie.

Antiinfiammatorio:
sostanza attiva contro le inifammazioni, cioè i processi reattivi dei tessuti caratterizzati da dolore, arrossamento, calore e gonfiore della parte colpita.

Antiossidante:
sostanza che riduce i danni dovuti all'ossigeno come quello causato dai radicali liberi. Oltre all'ossigeno anche altre sostanze tossiche presenti nell'ambiente, nei medicinali, nell'alimentazione, producono radicali liberi. Noti antiossidanti sono: gli enzimi e altre sostanze, come la vitamina C, la vitamina E, il beta-carotene, i flavonoidi, l'OPC. Essi sono in grado di contrastare gli effetti dannosi dell'ossidazione. Gli antiossidanti sono anche comunemente aggiunti a prodotti alimentari come oli vegetali e alimenti preparati per impedire o ritardare il deterioramento dall'azione dell'aria. Gli antiossidanti possono eventualmente ridurre i rischi di cancro e possono chiaramente rallentare la progressione della degenerazione maculare.

Antireumatico:
rimedio contro le forme reumatiche.

Antisettico:
sostanza che impedisce la proliferazione di germi patogeni nell'organismo.

Antispastico:
sostanza che calma gli spasmi rilazzando i muscoli.

Aritmia cardiaca:
Si tratta di un battito irregolare del cuore provocato da impulsi elettrici anomali. Una zona chiamata “nodo del seno”, grazie a molteplici stimoli nervosi, regola la frequenza del battito cardiaco in base alle necessità metaboliche. L'aritmia si manifesta quando per qualsiasi motivo l'impulso del ritmo cardiaco non si propaga alle varie parti del cuore in modo ottimale oppure ha una frequenza inadeguata.Le prinicipali aritmie sono: bradicardia (rallentamento del battito), fibrillazione (estrema forma di tachicardia in cui il muscolo non riusce a contrarsi), tachicardia (grave disturbo del ritmo cardiaco, accelerazione improvvisa dei battiti).

Vedi anche >>rimedi naturali per aritmie cardiache.

Arteriosclerosi:
Pagina di approfondimento>>Arteriosclerosi - Aterosclerosi

Artrite:
infiammazione delle articolazioni. Spesso è accompagnata da dolore, gonfiore, rigidità e calore nella zona interessata. L'artrite può essere causata da una serie di cose, tra cui lesioni, infezioni, disturbi metabolici, un sistema immunitario iperattivo e da problemi di peso.

Vedi anche >>rimedi naturali per artite.

Artrosi:
processo degenerativo che colpisce le articolzioni. L'artrosi è un altro termine per l'osteoartrosi, una malattia non infiammatoria delle articolazioni, in cui si depaupera la cartilagine delle congiunture. Questa malattia degenerativa si verifica come risultato di lesioni, invecchiamento e usura di lungo termine della cartilagine delle articolazioni. Provoca dolore e rigidità. L'artrosi può colpire qualsiasi articolazione, ma più comunemente colpisce le ginocchia, la colonna vertebrale e le anche.

Vedi anche >>rimedi naturali per artrosi.

Aterosclerosi:
pagina di approfondimento >>Arteriosclerosi - Aterosclerosi

Ascorbato di calcio:
L'ascorbato calcio è il sale di calcio dell'acido ascorbico o vitamina C. I cristalli di ascorbato di calcio sono fonti di calcio e vitamina C e vengono utilizzati anche come additivo alimentare per mantenere i cibi freschi. Proprio come l'acido ascorbico puro, l'ascorbato di calcio presenta proprietà antiossidanti e antimicrobiche.

Ascorbato di magnesio: L'Ascorbato di magnesio fornisce vitamina C tamponata con il magnesio. Un vantaggio di questa combinazione è che l'acidità della vitamina C viene neutralizzata dal magnesio, che la rende più dolce per lo stomaco. Magnesio e vitamina C svolgono funzioni complementari, specialmente per il sistema cardiovascolare.

Ascorbilpalmitato: L'Ascorbil-palmitato nasce dalla combinazione di vitamina C (acido ascorbico) e acido palmitico. L'acido palmitico è l'acido grasso più comune presente in natura, e può derivare da qualsiasi grasso animale o vegetale. L'unione di questi due elementi crea una molecola impermeabile e liposolubile. Questo rende l'ascorbil palmitato una molecola in grado di permeare e integrarsi nelle membrane cellulari. L'Ascorbil-palmitato è stato creato da Linus Pauling, due volte Premio Nobel di Portland, nell'Oregon. Questa combinazione di acidi grassi e vitamina C ha una varietà di applicazioni come antiossidante conservante e si può trovare in molti alimenti tra cui latte, patatine e anche nei cosmetici come il lucidalabbra. Il grado di solubilità dell'ascorbilpalmitato in grassi e acqua lo rende un eccellente preparato attraverso il quale il corpo può assorbire e trattenere più a lungo la vitamina C.

Astringente:
sostanza che induce stitichezza.

B

B




Bradicardizzante:
che rallenta i battiti cardiaci.

C

C






Cardiotonico:
sostanza che rinforza e regolarizza il ritmo cardiaco.

Carminativo:
sostanza che ha la proprietà di far epellere i gas intestinali e di diminuirne la produzione.

Catabolismo:
insieme delle reazioni chimiche che portano alla scissione di molecole complesse in molecole più semplici.

Cataplasma:
medicamento molle ottenuto da farina o da parti di vegetali mollite e poi applicate sulla parte malata.

Cefalea:
dolore alla testa che riguarda tutto il cranio.

Cicatrizzante:
sostanza in grado di favorire la rigenerazione di tessuti lesi da ferite, piaghe e ulcerazioni.

Cistite: infiammazione della vescica.

Colagogo:
sostanza che favorisce il deflusso della bile da parte del fegato.

Coleretico:
sostanza che aumenta la secrezione della bile a parte del fegato.

Colite:
infiammazione del colon, parte dell'intestino crasso.

Collagene:
Il collagene è un tipo di proteina fibrosa che connette e sostiene gli altri tessuti del corpo, come pelle, arterie, vene, ossa, tendini, muscoli e cartilagine. E' di supporto anche agli organi interni ed è presente nei denti. Ci sono più di 25 tipi di collagene nel corpo. Il collagene è una delle proteine più abbondanti nel corpo dei mammiferi, compreso l'uomo. Infatti, costituisce circa il 25 % della quantità totale di proteine. Alcune persone si riferiscono al collagene come al collante che tiene insieme il nostro organismo: senza, il corpo cadrebbe letteralmente a pezzi. Essendo molto resistente alla trazione, il collagene funziona in un modo molto diverso da altri tipi di proteine. Ad esempio, si può trovare all'interno e all'esterno delle cellule. Le fibre di collagene sono quindi importanti persino per contribuire alla struttura esterna e interna delle singole cellule.

D

D




Decotto
:
preparazione ottenuta facendo bollire a fuoco lento le pinate medicinali per un tempo che può variare dai 10 ai 30 minuti. Per questa perparazione le parti della pianta che si devono utilizzare (scorza, radici, parti legnose) vengono ridotte a piccoli pezzetti e quindi poste in acqua fredda e cotte in un contenitore chiuso. A cottura ultimata si spreme per bene il prodotto e quindi lo si si filtra attraverso un colino.

Dermatite:
infiammazione della pelle.

Dispespia:
alterazione di normali processi digestivi.

Diuretico:
sostanza che aumenta la secrezione dell'urina.

E

E




Eccipienti:
Sostanze utilizzate per il rivestimento delle compresse per garantire la protezione e la coservazione del prodotto. Nella scelta e nell'uso di questi eccipienti la maggior parte dei produttori di integratori e medicinali ricorre a sostanze più economiche - in genere di origine sintetica.

Elenco di eccipienti naturali:

- riboflavina (vitamina B2, dona un intenso colore giallo),

- olio essenziale di limone,

- gommalacca (prodotta da alcuni insetti per proteggere la prole),

- carbonato di calcio, maltodestrine (miscela di maltosio e destrosio due molecole di zucchero),

- ipromellosa (sostanza fibrosa idrosolubile),

- acidi grassi a catena media (non si depositano nell'organismo),

- biossido di silicio (minerale molto diffuso in natura e nelle piante),

- stearato di magnesio (sali di magnesio di acidi grassi presenti nell'organismo umano quali metaboliti intermediari, antiagglomeranti che migliorano la disponibilità degli ingredienti).

Edema:
infiltrazione di liquidi sotto la pelle che si manifesta con gonfiore.

Emicrania:
cefalea (vedi) che colpisce solo una parte del cranio, generalmente proceduta da alterazioni della vista e spesso accompagnata da disturbi a carico dell'apparato digerente.

Emmenagogo:
sostanza che favorisce le mestruazioni.

Emolliente:
sostanza che favorisce le mestruazioni.

Epatico:
che si riferisce al fegato.

Espettorante:
sostanza che favorisce la fluidificazione e l'eliminazione delle secrezioni bronchiali.

Estratto a freddo:
versare sulle erbe curative dellìacqua fredda e lasciar riposare da 3 a 8 ore a temperatura ambianete, mescolando spesso. Questo procedimento si utilizza per lo più nel caso di piante o erbe particolarmente ricche di mucillaggine, come ad esempio, semi di lino, lichene islandico e valeriana. Procedimento misto tra infuso ed estrazione a freddo: coprire le erbe con acqua calda e lasciar riposare per alcune ore.

F

F



Faringite:
infiammazione della gola.

Flebite:
infiammazione della parte di una vena.

G

G



Galattofugo: sostanza che blocca la secrezione lattea.

Gastralgia:
dolore allo stomaco.

Gastrite:
infiammazione della mucosa dello stomaco.

Glicemia:
tasso di zuccheri nel sangue.

I

I



Infiorescenza: insieme di più fiori raccolti in un'unica struttura che spesso simula nell'aspetto un unico fiore.

Infuso:
rimedio ottenuto dalla macerazione in acqua bollente di una o più piante officianli.

Ipertensivo:
sostanza che aumenta la pressione sanguigna.

Ipoglicemizzante:
sostanza che abbassa il livello di zuccheri nel sangue.

Ipotensivo:
sostanza che abbassa la pressione arteriosa.

M

M



Mialgia:
dolore muscolare.

Micronutrienti:
sostanze naturali e vitali che milioni di cellule dell'organismo necessitano continuamente per vivere e funzionare in maniera ottimale.

I micronutrienti più importanti sono:

  • vitamine

  • minerali

  • elementi in tracce

  • determinati amminoacidi

  • altre sostanze naturali importanti per il metabolismo.

Sono rari i casi di sovradosaggio, mentre sono molto più frequenti le carenze di micronutrienti, spesso senza sintomi particolari, ed è possibile evitare eventuali problemi di salute soltanto mediante una conoscenza specifica e trattamenti mirati.

Mucolitico:
sostanza che fluidifica e scioglie il catarro.

N

N



Nefrite:
infiammazione dei reni.

P

P





Principi attivi:
sostanze dotate di una certa attività biologica, includendo tutte le sostanze dotate di effetto terapeutico (farmaci), benefico (vitamine, probiotici) o tossico (veleni). I principi attivi possono essere sintetici - come la maggior parte dei farmaci -, semisintetici, è il caso dell'aspirina (acido acetilsalicilico), o naturali, per esempio alcaloidi ed estratti da piante usate nella medicina tradizionale o in fitoterapia.

R

R



Radicali liberi:

si tratta di molecole instabili e aggressive in quanto presentano elettroni singoli separati. In virtù di questa loro conformazione esse sono sempre a caccia di elettroni da sottrarre ad altre molecole ovunque nel corpo: nelle proteine, nei grassi e persino nel patrimonio genetico. Così facendo producono una reazione a catena generando altri radicali liberi. Ciò che blocca questo dannoso processo molecolare, che si ripercuote sulle cellule dei relativi tessuti generando un aumento di consumo di micronutrienti, sono gli Antiossidanti. Essi ripristinano l'elettrone mancante delle molecole instabili senza trasformarsi in radicali liberi.

Remineralizzante:
sostanza che favorisce la reintegrazione die minerali nell'organismo.

Ricostituente:
sostanza in grado di riportare alla normalità le funzioni dell'organizmo in caso di deperimento.

Rinite:
infiammazione dlle mucose del naso.

Rubefacente (revulsivo):
sostanza che provoca sulla cute un'irritazione locael. che si manifesta con arrossamento per richiamo di sangue in superficie.

S

S




Seborrea
:
eccesso di produzione di sebo da parte della cute e del cuoio capelluto.

Semicupio:
bagno parziale del corpo, praticato da seduti e immergendo nell'acqua ilbacino, a scopo igienico o terapeutico.

Sinergia:
(1 + 1 è più di 2) combinazione particolare di nutrienti che agiscono in maniera sinergica consentendo di ottenere il massimo vantaggio per le funzioni cellulari sane con quantità minime.

La sinergia di micronutrienti consente un risultato finale migliore rispetto alla somma dei risultati singoli

Sinusite:
infiammazione dei seni (cavità) paranasali.

Spasmolitico:
sostanza che sopprime lo spasmo, cioè rilassa i muscoli.

Stress Ossidativo:
Il tuo corpo reagisce sempre con l'ossigeno mentre respira e le tue cellule producono energia. Come conseguenza di questa attività, vengono prodotte nelle cellule molecole altamente reattive note come radicali liberi dando luogo allo stress ossidativo. Quando la risposta antiossidante non riesce a tenere il passo, lo stress ossidativo provoca il danno ossidativo, provocando invecchiamento precoce e causando (e/o peggiorando) molte malattie, quali: malattie cardiovscolari, Alzehimer, asma, Parkinson, tumori, ecc..

In termini chimici, lo stress ossidativo è un forte aumento (diventa ( - ) meno negativo) nel potenziale di riduzione cellulare, o una forte diminuzione della capacità riducente delle coppie redox, quali il glutatione. Lo stress ossidativo grave può causare la morte delle cellule; l'ossidazione moderata può innescare l'apoptosi, mentre più intense sollecitazioni possono provocare necrosi.

Un aspetto particolarmente distruttivo dello stress ossidativo è la produzione di specie reattive dell'ossigeno, che comprendono i radicali liberi e i perossidi. Alcuni dei meno reattivi di queste specie (come i superossidi) possono essere convertiti mediante reazioni di ossidoriduzione con metalli di transizione o di altri composti cicli redox (compresi i chinoni) in specie radicaliche più aggressive che possono causare gravi danni cellulari, di cui il DNA subisce gli effetti a lungo termine. La maggior parte di queste specie di ossigeno-derivati ​​sono prodotti dal normale metabolismo aerobico e il danno che provoca alle cellule è costantemente riparato. Tuttavia, livelli gravi di stress ossidativo causano necrosi, il danno provoca deplezione di ATP, impedendo la morte per apoptosi (morte programmata) così che la cellula cade semplicemente a pezzi.

Suffumigio:
aspirazione di vapori ottenuti dalla macerazione in acqua bollente di piante medicinali ricche di principi volatili.

T

T



Tachicardia:
aumento della frequenza delle pulsazioni del cuore.

Tamoxifene:
Un farmaco usato per trattare alcuni tipi di cancro al seno nelle donne e negli uomini.
Viene anche usato per prevenire il cancro al seno nelle donne che hanno avuto il carcinoma duttale (cellule anomale nei dotti del seno) e in donne che sono ad alto rischio di sviluppare il cancro al seno. Il Tamoxifene è un tipo di antiestrogeno, chiamato anche tamoxifene citrato, studiato per il trattamento di altri tipi di cancro. Esso blocca gli effetti dell'ormone estrogeno nel seno.
E' noto dal 2009 (ScienceDalily.com ne pubblica la notizia) che il centro di ricerca sul cancro Fred Hutchinson ha evidenziato nell'assunzione del Tamoxifene un aumento del rischio del 440% di contrarre un tipo tumore molto aggressivo.
La ricerca è stata pubblicata online il 25 agosto del 2009 sul journal Cancer Research.

Tessuto connettivo:
Il tessuto connettivo è uno dei quattro tipi tradizionalmente classificati di tessuto biologico.

Ci sono molti tipi diversi di tessuto connettivo. In generale, svolge funzioni di struttura e di supporto, spesso collega tra loro altri tipi di tessuto (ad es. i tendini). Si classifica in quattro categorie: tessuto connettivo lasso, denso, cartilagine e altri. Il tessuto connettivo lasso include areolare, adiposo e tessuto reticolare. Areolare è un tessuto simil-tessuto con una matrice che supporta il fluido; il tessuto epiteliale forma la pelle e altre membrane. Il tessuto adiposo è grasso, che fornisce ammortizzamento e isolamento, lubrificazione in alcune zone e stoccaggio di energia. Il Tessuto reticolare è simile al tessuto areolare, ma contiene solo fibre reticolari di collagene nella sua matrice. Il tessuto reticolare supporta un certo numero di strutture del corpo, in particolare gli organi del sistema linfatico. Il tessuto connettivo ha una matrice composta principalmente di fibre di collagene. Il tessuto connettivo denso regolare ha una matrice di fibre di collagene parallele. È molto forte e collega altri tipi di tessuto tra loro: i tendini, che connettono il muscolo all'osso e i legamenti che connettono tra loro le ossa. Il tessuto connettivo denso irregolare è organizzato in modo irregolare e le fibre di collagene comprendono gli strati più profondi del derma o della pelle. La cartilagine costituisce quasi l'intero scheletro di alcuni animali, mentre in altri animali, compresi gli esseri umani, esso serve principalmente per attutire le articolazioni.

Tisana:
infuso o decotto di più piante medicinali.

Tocoferoli:
File di spiegazione -> Cosa sono i Tocoferoli

Tonico:
sostanza che migliora la funzionalità degli organi.

Trigliceridi:
tipo di grassi presenti nel sangue. L'apporto di tigliceridi attraverso la dieta avviene sia con i lipidi in essa presenti che attraverso i processi di sintesi dei carboidrati. Una dieta con eccesso di carbidrati e pochi grassi contribuisce molto spesso ad alti valori nei trigliceridi.

U

U



Unguento:
medicamento molle preparato con eccipienti grassi.

Unità di peso dei micronutrienti
Mg e μg, IU e IEIE = Internationale Einheit (sta per Unità Internazionale in tedesco). Normalmente le vitamine, i minerali e gli oligoelementi vengono indicati nelle unità di peso milligrammo (mg) o microgrammo (μg).

1 grammo = 1000 milligrammi;

1 milligrammo = 1000 microgrammi.

Anche le vitamine liposolubili sono indicate in "unità internazionale" o "UI". Il termine inglese è "international units" o "I.U.".La conversione da unità internazionale a unità di peso come milligrammi o microgrammi cambia in funzione della vitamina in questione.

Esempi:

  • beta-carotene 1 μg = 1,67 U.I. - 1 U.I. = 0.59 μg;
  • Vitamina E 1 mg = 1,5 U.I. -
  • (alfatocoferolo) 1 U.I. = 0,67 mg;
  • Vitamina D3 1 μg = 40 U.I. - 1 U.I. = 0,025 μg

V

V



Vasoprotettore:
sostanza che protegge i vasi sanguigni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *