I mali del Computer: problemi alla vista, alle gambe e alle cellule!

(Last Updated On: Novembre 7, 2012)

Sempre più spesso guardiamo uno schermo video durante il giorno, che si tratti dello schermo del computer al lavoro o a casa, di un schermo televisivo o di quello del telefonino.

Quali conseguenze ha tutto ciò sui nostri occhi e sul nostro corpo, come possiamo proteggerci?

Secondo il dottor Blakeney, consigliere optometrico al Collegio degli Ottici Optometristi UK, i computer non danneggiano gli occhi, tuttavia, possono causare o esacerbare alcune patologie oculari esistenti.

Le persone che guardano il computer frequentemente, (in particolaree più di tre ore al giorno), possono manifestare sintomi quali:

Mal di testa

Prurito agli occhi

Secchezza degli occhi o lacrimazione

Sensazioni di bruciore

Variazioni della percezione del colore

Offuscamento della vista

Difficoltà di messa a fuoco

Affaticamento degli occhi

Affaticamento con lesioni da sforzo ripetitivo (RSI), causato da periodi di riposo insufficienti, errate condizioni di lavoro.

Ci sono molte cause di affaticamento degli occhi. Uno di questi è l’abbagliamento.

Ci sono due tipi di abbagliamento, diretti e indiretti. Nell’abbagliamento diretto la luce illumina direttamente i tuoi occhi, mentre in quello indiretto la luce riflette negli occhi dalle superfici.

Spesso la luce degli schermi dei computer troppo scura o troppo chiara causa affaticamento del muscolo oculare per la messa a fuoco delle immagini.

Un’altra delle principali cause di affaticamento è la posizione dello schermo del computer.

Gli occhi sono posizionati in modo da guardare dritto in avanti e leggermente verso il basso.

Al fine di evitare la tensione oculare lo schermo del computer non deve essere più in alto degli occhi.

Sindrome dell’occhio secco

Secondo il servizio sanitario nazionale inglese, utilizzare il computer in modo corretto può  aiutare a prevenire la sindrome dell’occhio secco.

Anche se questa condizione provoca disagio, di solito non altera la vista.

Modi per evitare danni agli occhi causati da schermi di computer

Ci sono diversi modi per ridurre al minimo il danno potenziale agli occhi.

In primo luogo, è importante impostare il tuo schermo in modo che sia nella posizione corretta rispetto ai tuoi occhi.

Come precedentemente accennato, la parte superiore dello schermo dovrebbe essere in linea con il livello degli occhi. Inoltre, lo schermo deve essere posizionato a circa 18-30 centimetri da te.

Lo schermo dovrebbe essere leggermente inclinato indietro – da 10 a 15 gradi a seconda della preferenza. In questo modo non si riceve riflesso dalle luci nel soffitto.

L’abbagliamento può anche essere evitato ponendo tende alle finestre vicine, oppure utilizzando uno schermo antiriflesso.

Oltre a regolare la posizione dello schermo, è possibile ridurre al minimo i problemi agli occhi, semplicemente sbattendo le palpebre più frequentemente.

Molte persone non si rendono conto che quando guardano uno schermo sbattono poco le palpebre . (2)

Utilizza la regola del 20-20-20 nel guardare lo schermo.

Ogni 20 minuti dovresti cercare di guardare qualcosa a 20 metri di distanza per un minimo di 20 secondi. (5)

Si raccomanda inoltre di fare delle pause dallo schermo, in particolare ogni 2 ore.

La sensibilità al contrasto si evidenzia con l’invecchiamento ed è particolarmente importante per la guida in condizioni di scarsa visibilità, al crepuscolo, in caso di nebbia o di notte.

In definitiva, guardare un computer può dunque danneggiare gli occhi?

Nel complesso sembra che ciò non possa causare danni permanenti agli occhi, tuttavia può causare altri problemi, come affaticamento e secchezza oculare.

E  ‘anche importante ricordare che ci sono molti altri problemi associati al fatto di sedersi a guardare un computer per lunghi periodi di tempo, come la trombosi venosa profonda.

Non finisce qui.

Chi passa molte ore al computer sviluppa disturbi del sonno, stitichezza e le cellule si rinnovano più lentamente.

E’ ormai scientificamente accertato che computer, cellulari, tecnologie wirless influenzano negativamente il nostro cervello e le nostre cellule.

Le radiazioni emesse dai computer interferiscono con le ghiandole endocrine e la libido. Alcuni studi riferiscono un calo della produzione di spermatozoi negli uomini in seguito ad utilizzo di reti wirless.

Come proteggersi

Per coloro che utilizzano molto il computer è bene interrompere ogni ora, camminare o fare step per almeno 10/15 minuti, oltre agli esercizi oculari.

Utilizzare sempre l’auricolare per  il telefonino in quanto è ormai scientificamente provato che letteralmente “frigge” il cervello.

In macchina tenere sempre il finestrino un pò aperto se con te hai un cellulare, indipendentemente dal fatto che sia spento o acceso.

Anche la nutrizione ha un ruolo importante.

Un integratore utile e multifunzionale in questo caso è Proanthenols a base di OPC una varietà di bioflavonidi testati efficaci in molte patologie:

rinforza il collagene del sistema cardiocircolatorio,

aiuta la circolazione profonda e la microcircolazione,

mantiene la giusta fluidità del sangue,

previene la secchezza oculare e aiuta ad irrorare l’occhio in modo normale,

attenua lo stress oculare,

– è in grado di proteggere il DNA dalla sovraesposizione a radiazioni e ne favorisce una sana duplicazione.

Per ulteriori approfondimenti sugli effetti clinicamente testati delle OPC leggi questo articolo.

Per informazioni: scrivere a comemigliorare[@]gmail.com.

Riferimenti:

Manuale Operatore-videoterminalisti.PDF

NHS.UK

PRINCETON.EDU

 

I commenti sono disabilitati.