• Olio d’oliva extravergine: come curare la pelle e i capelli!

    olio extavergine di oliva per nutrire la pelle secca, come antirugheL’olivo è una pianta tipica della macchia mediterranea originaria della Palestina e della Siria, se ne faceva uso già 6000 anni fa, ed è sempre stata considerata una pianta sacra, nella Bibbia si legge dell’unzione del Giusto, Davide fu unto con l’olio a significare il fatto che Dio l’aveva scelto come re per il suo popolo.

    L’olio d’olivo è stato usato come combustibile per le lampade, come condimento, come medicina: era utilizzato per lenire e cicatrizzare le ferite, per le escoriazioni, per la cura delle ustioni, per nutrire e ammorbidire la pelle. Gli egiziani lo utilizzavano come cosmetico per i capelli, e per la pelle, ma lo utilizzavano anche per l’imbalsamazione.

    Nell’antica Grecia era utilizzato per frizioni e massaggi agli atleti prima delle gare e come veicolo per altri medicinali. I Greci utilizzavano olio profumato per il bagno custodito in vasi di alabastro e unguenti cosmetici come testimoniano dipinti e reperti archeologici.

    Anche i Romani ne facevano largo uso, considerando i massaggi con olio di oliva “bagno di giovinezza” e Galeno circa 2000 anni fa formulò la prima crema detta ceratum Galeni con olio di oliva , Cera d’api e acqua di rose.

    Nella medicina araba come in quella medievale dei paesi mediterranei l’olio di oliva veniva utilizzato come medicamento per varie patologie sia per uso interno che esterno. Da sempre dunque l’olio di oliva è stato utilizzato come emolliente, ammorbidente e anti-infiammatorio in tutti gli stati di secchezza e desquamazione cutanea e per contrastare l‘invecchiamento.

    Negli ultimi anni è stato dimostrato che l’olio di oliva ha una composizione in grassi (trigliceridi) molto simile al sebo della cute e tra i lipidi naturali è quello con la maggior affinità per lo strato lipidico della pelle.

    L’olio di oliva è un grasso liquido a temperatura ambiente che è costituito per il 98% da trigliceridi che rappresentano la frazione saponificabile e per una minima parte 2% da una parte insaponificabile cioè di sostanze che non subiscono alcuna alterazione se sottoposte all’azione di alcali concentrati.

    I trigliceridi trattati a caldo con una sostanza alcalina come l’idrossido di sodio o potassio reagiscono formando i saponi, che sono i sali alcalini degli acidi grassi. Gli acidi grassi contenuti nell’olio di oliva sono l’acido oleico, l’acido linoleico e l’acido palmitico, che svolgono tra l‘altro un‘azione importante nella modulazione del sistema immunitario, nella formazione delle membrane cellulari, delle lecitine e della guaina mielinica delle fibre nervose.

    Tra gli altri componenti preziosi per la cute ricordiamo il discreto contenuto di vitamine liposolubili quali vit. A e Vit. E, dalle note proprietà antiossidanti, e di minerali. Ecco una materia prima davvero preziosa per la salute della nostra pelle, che dopo il trattamento con l’olio risulterà idratata e vellutata, compatta, tonica e distesa.

    Innanzi tutto è importante scegliere un olio extravergine di oliva biologico spremuto a freddo (solo con la spremitura a freddo mantiene tutte le sue proprietà).

    Sapone all’olio di oliva: deterge delicatamente la pelle, anche in presenza di eritemi ed escoriazioni, è indicato per pelli delicate anche per i bambini. Crema idratante per pelli secche e normali è ottima se in aggiunta all’olio ci sono anche cera d’api e burro di caritè.

    Come antirughe è ottimo perché riequilibra le carenze nutritive dovute all’età;a questo proposito si può fare un impacco al collo: massaggia il collo con dell’olio di oliva extravergine poi fascialo con della pellicola e tieni l’impacco per circa un’ora sentirai che risultato stupendo la pelle sarà setosa e più tonica. 

    Si può usare come struccante, basta bagnare un batuffolo di cotone con acqua calda e versarci sopra un po’ di olio e poi detergere il viso: tutti i residui di trucco si toglieranno e la pelle risulterà morbida e detersa.

    Per le mani e le unghie puoi fare un impacco ungendo e massaggiando bene le mani, poi ti infili dei guanti usa e getta e aspetti un’ora; le mani saranno morbide e lisce, le unghie si rinforzeranno e la pelle avrà assorbito completamente l‘olio.

    E’ indicato anche nel caso di ricrescita della pelle per es. dopo l’esposizione al sole, per la pelle secca, si può usare come dopo sole lenitivo, come dopobarba e per gli arrossamenti.

    Quando i miei bambini erano piccoli usavo lenire gli arrossamenti da pannolino con olio d’oliva sbattuto con acqua fredda è un vero toccasana.

    olio extravergine d'oliva per combattere la cellulitePer la cellulite puoi preparare un olio da massaggio con olio di oliva, olio di mandorle dolci con l’aggiunta di 2 gocce di olio essenziale ( assicurati che sia naturale, non utilizzare quello di sintesi perché potrebbe provocarti spiacevoli irritazioni) a piacere tra: Rosmarino, limone, cipresso o ginepro.

    Fare un massaggio dal basso verso l’alto insistendo sulle zone più colpite, si otterrà un effetto drenante, ammorbidente e tonificante.

    Per i capelli puoi fare un impacco spalmando l’olio sui capelli, poi ti metti una cuffia e la tieni per tutta la notte; la mattina seguente ti lavi i capelli che risulteranno lucenti e setosi, e si rinforzeranno anche nel caso di doppie punte.

    Puoi ripetere l’impacco una volta al mese.

    Ricette speciali per i capelli e per il corpo

    Balsamo al miele e olio di oliva

    1 cucchiaio di olio

    2 cucchiai di miele non troppo liquido

    ½ cucchiaino di vaniglia

    Lava i capelli e tamponali con l’asciugamano mescola bene gli ingredienti (fallo all’ultimo momento altrimenti si separano) poi distribuisci uniformemente sulla capigliatura metti una cuffia di cotone e scalda per 2 minuti con l’asciugacapelli, lascia in posa per 15 minuti e poi risciacqua con un po’ di shampoo.

    Impacco pre-shampoo

    2 cucchiai di miele (dosi a seconda della lunghezza dei capelli)

    3 cucchiai di olio di oliva

    Emulsionare bene e applicare sulla lunghezza dei capelli, tenere per ½ ora e poi lavare i capelli.

    Risultato capelli morbidi setosi e lucenti.

    Scrub per il corpo all’olio di oliva

    In una ciotola metti del sale fino 3 cucchiai e aggiungi 1 o 2 cucchiai d’olio, mescola bene e passalo sul viso e sul collo la pelle riacquista luminosità e sarà perfettamente pulita.

    Se vuoi farlo su tutto il corpo usa il sale grosso e passalo sul corpo sempre partendo dal basso verso l’alto, dalla periferia al centro, così oltre che togliere le cellule morte farai anche un massaggio drenante e… buona cura di bellezza.

    A cura di Patrizia Cavallo - Naturopata a Jesi (AN)

     

    Benvenuto! Se ti è piaciuto questo post, lascia un commento


  1. Raffaella Passarelli scrive:

    Ma dopo lo scrub corpo con olio e sale si deve risciacquare con bagnoschiuma?

  2. Varaldo scrive:

    Ottimo articolo e ricette interessanti. Confermo che l’olio d’oliva è sempre più utilizzato in cosmetica per le proprietà. I nostri cosmetici naturali all’olio di oliva Essenza di Riviera, in particolare, usano solo olio extra vergine di oliva biologico ligure. Li conoscete?

  3. Anna Maria Crovella scrive:

    Da 10 giorni sono bloccata in casa per problemi di salute. Avevo appena acquistato olio di oliva extravergine in un frantoio ligure. Ho 67 anni, la pelle molto secca che si stava anche un po’ squamando. Sto usando poche gocce di olio di oliva tutti i giorni (al posto della crema) e i risultati sono ottimi. Ho voluto documentarmi un po’ e ringrazio per le notizie pubblicate sul vostro sito.

  4. Simo78 scrive:

    L’olio di oliva non era usato per cicatrizzare le ferite, era usato per cauterizzarle, versandocelo sopra bollente, pratica che in seguito è stata abolita perchè pericolosa, cercate di informarvi come si deve prima di sbandierare questo assurdo celebrazionismo.

    • Comemigliorare scrive:

      Grazie Simo78 per la precisazione! E' vero quello che dici! Vi si trova traccia in alcuni Trattati di Chirurgia. Ma un tempo veniva utilizzato anche come cicatrizzante. Non da solo però. Sembra che tra gli egiziani antichi fosse utilizzato come cicatrizzante, dopo averlo cotto insieme con del grasso e mescolato con miele. Il Dr. Knutson riferisce nel Southern Medical Journal del novembre 1981, di essere riuscito a curare le ferite più ostinate applicando un impasto di olio e zucchero. Egli ha trattato più di 7.000 pazienti: per ulcere della pelle, lacerazioni, amputazioni e ferite arma da fuoco, ustioni. Nessuno ha sviluppato infezioni e la guarigione è stata facilitata. Per le scottature alcuni testi riferiscono del balsamo del vangelo o balsamo del samaritano fatto con olio sbattuto con del vino. Viene inoltre descritto come calmante delle scottature un impacco fatto con 2 cucchiai di olio di oliva sbattuti insieme al bianco d'uovo. Riferimento: "Le piante che danno salute" G. Antonelli – Ed. Planta Medica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>