Smetto di fumare senza ingrassare

(Last Updated On: Maggio 31, 2013)

Smetto di fumare senza ingrassarePer i fumatori, gli ex fumatori e le persone con problemi di salute respiratoria, una delle cause principali di mancanza di respiro è l’infiammazione.

L’infiammazione è la causa primaria di accumulo di placca aterosclerotica nelle pareti delle arterie.

Il colesterolo alto non è pericoloso (in quanto regola l’assetto ormonale) quanto la presenza concomitante di infiammazione: è allora che cominciano guai seri per le arterie.

La preoccupazione principale deve essere quella di ridurre il più possibile l’infiammazione. Se riduco il colesterolo senza ridurre l’infiammazione non risolvo nulla.

I ricercatori ritengono che una delle principali cause di infiammazione a livello polmonare sia lo “stress ossidativo” creato da una prolungata esposizione al fumo di sigaretta.

Uno dei passi importanti per ridurre l’infiammazione è smettere di fumare.

Il fumo di tabacco è un aerosol contenente circa 1010 particelle / mL, di composto altamente poroso con metalli pesanti, idrocarburi policiclici aromatici (PAH), aza-areni, N-nitrosammine e altre sostanze chimiche organiche.

Il fumo di tabacco contiene almeno 3.500 composti chimici ed un’alta percentuale di questi sono tossici, agenti cancerogeni o mutageni, (ad esempio benzene, 2-napthylamine, 210Po, 226Ra, 228Ra, nichel, cadmio, benzo [a] pirene e altre) [1].

Ci sono almeno 55 sostanze cancerogene nel fumo di sigaretta che sono state valutate dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), con “prove sufficienti per cancerogenicità ” [2].

I radicali liberi del fumo di sigaretta sono particelle distruttive simili a schegge di vetro.

Nei polmoni e nelle arterie, sul loro rivestimento (epitelio), le “schegge” provocano dei piccoli buchi esponendo le cellule dell’epitelio e del tessuto connettivo sottostante alle sostanze chimiche tossiche del fumo di sigaretta.

Al corpo non resta altro che iper – produrre sostanze atte a proteggere i tessuti avviando l’infiammazione locale e richiamando la necessità di riparare le lesioni utilizzando colesterolo.

Il colesterolo entra a riparare le arterie anche laddove la presenza di micronutrienti sia insufficiente alla formazione di collagene e replicazione delle cellule muscolari liscie nelle zone in prossimità dell’attività cardiaca.

Di seguito 2 suggerimenti, tè verde ed L-Glutammina, che, insieme ad un adeguato apporto di acqua naturale durante il giorno, possono aiutarti a:

  • superare la crisi di astinenza,
  • mangiare con equilibrio senza abbuffarti,
  • dimagrire,
  • eliminare le scorie.

Tè verde

Con più di 130 sostanze documentate, al contrario di ciò che comunemente si possa pensare, il tè verde calma i nervi. Come?

Tè Verde
Titolato al 70% in EGCG

Distribuito da Anastore

Esso fornisce una migliore irrorazione sanguigna, grazie al delicato e prolungato rilascio di teina. A differenza della caffeina, la teina non è legata al potassio, bensì ai polifenoli.

La caffeina viene liberata dal potassio nell’organismo attraverso le mucose dello stomaco. La teina viene invece liberata molto lentamente ma in modo costante e con parsimonia dai polifenoli, continuando l’azione nell’intestino.

Oltre ad avere un effetto digestivo, grazie ad una migliore irrorazione sanguigna, rallenta l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi nel sangue.

Come conseguenza dona un senso di sazietà più rapido e una percezione più consapevole dell’appetito.

L-Glutammina

Da non confondersi con il tutt’altro che salubre Glutammato, contenuto negli insaporitori e molto usato in alcuni ristoranti. Fai molta attenzione ad evitare questo tipo di insaporitore, in quanto esercita un’azione eccitante negativa sull’attività cerebrale che non ti aiuta se stai cercando di smettere di fumare.

L-Glutammina

Distribuito da Anastore

La L-glutammina è uno degli aminoacidi classificati come non essenziali per cui il corpo è perfettamente in grado di produrla in modo indipendente partendo da altri aminoacidi (principalmente arginina, ornitina e prolina).

Nel corpo umano la glutammina è uno degli aminoacidi più diffusi, nel tessuto muscolare ma anche in altri organi come il cervello.

In particolare essa è in grado di oltrepassare la barriera sangue- cervello e ha un’importante funzione nel comando e nel controllo dei nervi.

Per questo viene impiegata molto efficacemente per le disassuefazioni terapeutiche, acute e protratte da alcol e droghe.

L’azione disintossicante inoltre aiuta l’eliminazione dell’ammoniaca, tanto che gli sportivi la utilizzano molto per ritardarne la formazione a livello muscolare, protraendo così la durata dell’esercizio.

A seguito di malattie, di attività mentali intense (..e smettere di fumare può essere causa di maggiori pensieri e di maggior tensione), così come di attività fisiche intense si può ricorrere ad una integrazione di L-Glutammina.

 

Riferimenti

S.S. Tobacco smoke carcinogens and lung cancer. J. Natl. Cancer Inst. 1999, 91, 1194-1210

Hoffmann, D.; Wynder, E.L. Chemical constituents and bioactivity of tobacco smoke. In Tobacco: A Major International Hazard, No 74; Zaridze, D.G., Peto, R., Eds.; International Agency for Research on Cancer, IARC Scientific Publications: Lyon, France, 1986; pp. 145-166

 

I commenti sono disabilitati.