Stress, depressione (e ictus) uccidono il cervello: proteggilo con i nutrienti giusti per te.

(Last Updated On: Ottobre 16, 2016)

 

Le cellule nervose e cerebrali hanno eccezionali necessità di nutrienti in quanto svolgono attività di notevole importanza rispetto a tutte le altre relative ad altri organi.

Vediamo perché.

Nel nostro corpo, lo scambio di informazioni sulle condizioni interne in relazione all’ambiente avviene grazie al sistema nervoso; insieme al sistema immunitario e a quello endocrino, esso guida e regola le cellule, i tessuti e gli organi per garantire un funzionamento equilibrato, come accade per esempio nella regolazione del battito cardiaco.

Specialmente nella donna, il sistema nervoso viene messo particolarmente alla prova a causa delle sue fasi fisiologiche (mestruazioni, gravidanza, menopausa), e ancor di più se a ciò si aggiunge stress e stanchezza.

Le cellule del sistema nervoso umano consumano il 15% dell’energia totale consumata da un organismo in un giorno: per esempio rispetto ad altri organi, il cervello contiene la maggiore quantità di vitamina C [1].

Inoltre, al contrario di quanto succede normalmente in organi come pelle, fegato, midollo osseo, le cellule del sistema nervoso hanno molte difficoltà a riprodursi e spesso non ce la fanno.

Ecco perché è così complicato recuperare la salute dopo un ictus o dopo qualsiasi altra forma di danno ai tessuti nervosi e cerebrali.

E’ stato scientificamente provato che le cellule cerebrali possono essere danneggiate o perire anche per stress prolungato, quindi non solo a seguito di incidenti cerebrovscolari: ecco come ciò si verifica:

ogni volta che una persona è sotto stress, il cortisolo, l’ormone dello stress, viene rilasciato nel flusso sanguigno e va dappertutto, cervello compreso.

Più precisamente, il meccanismo funziona così:

1. ARH (ormone rilasciante adrenocorticotropo) è secreto dall’ipotalamo.

2. ARH induce la ghiandola pituitaria a produrre ACTH (ormone adrenocorticotropo)

3. ACTH a sua volta induce le ghiandole surrenali a produrre adrenalina e cortisolo.

4. Questo poi si traduce in aumento della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. [2]

Il cortisolo danneggia e a volte uccide le cellule cerebrali in tre modi:

1. interferisce con alimentazione cerebrale di glucosio.

2. interferisce con la funzione di neurotrasmettitori.

3. provoca afflusso di calcio nelle cellule cerebrali.

Dunque, come proteggere le cellule cerebrali e favorire le principali funzioni del sistema nervoso, ovvero memoria, concentrazione e relax?

La ricerca della Medicina Cellulare ha individuato e testato con successo una particolare sinergia (sinergia : vedi glossario) di nutrienti naturali selezionati :

Vitamina B6, Colina, Vitamina C, Inositolo Colina, Fosfatidilsrina(PS), Vitamina B12, Kelp, (solo per le donne, anche con Isoflavoni di soia), Selenio. 

Tale composizione si è dimostrata utile nella produzione e nel metabolismo dei neurotrasmettitori, in grado di migliorare la struttura e la composizione della membrana delle cellule nervose, in particolare:

– per il sostegno naturale del metabolismo degli uomini e per quello specifico delle donne,

– per il sostegno naturale dell’equilibrio ormonale femminile (con isoflavoni).

La formula sviluppata dal dottor M. Rath svloge dunque molteplici funzioni.

SCOPRI DI PIU’ SU

>> Medicina Cellulare

>> Integrazione base adulti e specifica per bambini

>> Integrazione specifica per le donne

 

Riferimenti

[1] Mathenws C.: Biochemistry. Redwood City, CA: Benjamin Cummings, IL: Keats, 1999.

[2] Stressed Out: Teens and Adults Respond Differently | LiveScience

http://www.livescience.com/11176-stressed-teens-adults-

form

Ricevi grauitamente il libro del dottor
M. Rath nella tua casella di posta elettronica.

Inserisci Nome ed Email qui sotto e clicca sul pulsante Scarica Subito.

libro-rath



I tuoi dati sono protetti dalla nostra Privacy Policy al 100%.
Potrai cancellarti con un click

I commenti sono disabilitati.