329 0194373 CONTATTI
Le virtù della Vitamina C che si cerca di nascondere. 1 -

Le virtù della Vitamina C che si cerca di nascondere.

Le virtù della Vitamina C che si cerca di nascondere. 2 -

 

Prove scentifiche a confronto.

Per quanto possa essere interessante per le case farmaceutiche l’esistenza di autorevoli studi volti a validare un effetto debole o nullo delle vitamine sulle malattie cardiovascolari, ne basta uno solo, condotto sull’intero pianeta terra, per dimostrare l’esatto contrario: fra i miliardi di animali la malattia cardiovascolare è pressochè sconosciuta (rara) in virtù del fatto che essi producono nel loro corpo la vitamina C.

Grazie al Dr Rath, fondatore della Medicina Cellulare, oggi sappiamo che esiste una correlazione fra lo scarso apporto di Vitamina C, l’aterosclerosi, e le lesioni delle strutture cardiache maggiormente sottoposte a sforzo meccanico (come ad esempio i danni alle coronarie).

Le virtù della Vitamina C che si cerca di nascondere. 3 -

Maeda, et. al. PNAS (2000) 97:841- 846

Gli orsi: un esempio a cui non avevo mai pensato.

Gli orsi hanno livelli medi di colesterolo molto alti nel sangue, si parla di circa 600 mg/dl (nell’uomo i valori medi ottimali di colesterolo nel sangue sono di 200-220 mg/100ml) e non subiscono attacchi di cuore perché producono autonomamente la vitamina C che stabilizza le pareti delle loro arterie.

Non c’è uno straccio di prova concreta per sostenere che dosi di vitamina C al di sopra della RDA (dose raccomandata giornaliera) possano risultare dannose in alcun modo o forma. Non è stato dimostrato inoltre nessun danno al DNA.  Solo tecniche di analisi obsolete potevano indicare possibili danni.

Considera questo: se la vitamina C provocasse danni al DNA, la maggior parte del regno selvaggio non sarebbe in grado di riprodursi senza mutazione. Quasi tutti gli animali producono all’interno del loro corpo grandi quantità di vitamina C.

I timori su questa importante vitamina sono pura speculazione.

Bruce N. Ames, Ph.D., della University of California, Berkeley, ha spesso sottolineato che circa la metà di tutte le sostanze chimiche, naturali e sintetiche, causano danni al DNA. Egli osserva che i composti presenti naturalmente nei germogli di erba medica (canavanina), nei broccoli (isotiocianato), nelle patate (solanina), nel sedano (psoraleni) e nella cipolla (quercetina), e la maggior parte della frutta e verdura può causare danni al DNA “

Il Dr. Robert Cathcart, MD, ha curato oltre 20.000 pazienti in tutto il mondo con dosaggi di ascorbato molto superiori alla RDA degli Stati Uniti.

Secondo l’esperienza del Dr. Cathcart, clinicamente, non vi è alcuna prova di danno al DNA, e tra i pazienti che ha sottoposto a grandi dosi di vitamina C sembrano essere di numero inferiore alla normalità i casi di cancro.

Egli afferma inoltre in una intervista di non aver mai visto tra i suoi pazienti nessun caso di attacco di cuore o di sviluppo di malattie autoimmuni, come ad esempio l’artrite reumatoide, mentre erano sottoposti ad alte dosi di acido ascorbico.

[Robert Cathcart, III, MD, 10 aprile 1998]

Perché assumere Vitamina C?

Per fare la famosa prevenzione cardiovascolare, che tutti sostengono sia così difficile quando basta un poco di buona informazione. Basterebbe per esempio che i medici ricevessero maggiore formazione sulla nutrizione. E’ evidente inoltre quanto le lunghe soste nei frighi e la cottura distruggano la maggior parte della vitamina C; lo stress finisce poi con l’esaurire velocemente anche quel poco assunto con l’alimentazione, perché il corpo non può trattenerlo e non può produrre.

Quanta Vitamina C assumere?

Il dosaggio è personale. Ogni persona ha una soglia massima di Vitamina C e una volta superata le feci diventano molto morbide.  A quel punto è sufficente abbassare il dosaggio, il disturbo scompare e hai trovato il “tuo” dosaggio.

La vitamina C nella forma pura di acido ascorbico può creare a dosi elevate gonfiore allo stomaco e un pò di acidità. Per ovviare a questo problema e per migliorare l’assorbimento, è necessario assumere queste tipologie di vitamina C: ascorbato di calcio e ascorbato di magnesio in queste formule specifiche.

 

I commenti sono disabilitati.