329 0194373

Confronto tra antinfiammatori naturali e farmaci

Antinfiammatori naturali e FANS: efficacia a confronto nel ridurre i danni cellulari e nel favorire il ripristino dei tessuti danneggiati.

L’infiammazione è il sintomo più frequente a cui siamo soggetti durante la nostra esistenza.  Una causa comune sono gli infortuni “esterni”, come scottature, tagli, distorsioni, sostanze chimiche. Il processo infiammatorio che ne deriva ha sempre lo scopo di favorire il ripristino dei tessuti danneggiati e allontanare agenti patogeni.

Integrazione funzionale
Supporta il fisiologico controllo dei processi degenerativi
Cell Protect
Cell Protect sostiene i meccanismi antinfiammatori naturali del corpo

I sintomi caratteristici di tutte le infiammazioni sono arrossamento, sensazione di calore, gonfiore e dolore. Questi sintomi sono parte del processo di guarigione e generalmente regrediscono dopo breve tempo, ma non sempre.

Contenere gli effetti di una elevata Infiammazione cronica

L’infiammazione si sposa a una gran varietà di problemi di salute: riguarda ogni tipologia di infezione, ad esempio quella influenzale o polmonare, allo stesso modo è presente nella genesi dei depositi vascolari e nelle proliferazioni maligne.

Talvolta, se l’ infiammazione è mal controllata, lo stato patologico può peggiorare, rischiando di intaccare persino i neuroni [3], specialmente in caso di: sindrome metabolica, eccesso di grasso viscerale, artrite, asma, malattie cardiache, diabete, malattie autoimmuni e cancro.

Per questo, alcuni lavori scientifici [1-2] hanno selezionato un mix di nutraceutici che potrebbe avere diversi campi di applicazione:

  • fungere da antinfiammatori naturali per coloro che non tollerano certi farmaci,
  • sostenere l’azione della terapia farmacologica,
  • sostenere la qualità di vita.
Fonti di infiammazione - Ricerca antinfiammatori naturali

L’invecchiamento, le malattie metaboliche e le infezioni virali sono fonti di infiammazione che possono colpire non solo i vasi sanguigni ma anche i neuroni, portando a neurodegenerazione. [3]

Non sempre i farmaci antiflogistici costituiscono una protezione completa contro gli effetti di una risposta infiammatoria, che ha il potenziale di danneggiare tutto l’organismo, specialmente se la disgregazione dei tessuti impedisce o precede la fase di ricostruzione.

Normalmente il processo dell’ infiammazione è un meccanismo strettamente regolato al fine di salvaguardare i tessuti sani. Tuttavia, ripetute lesioni dei tessuti e continua esposizione a stimoli nocivi, possono cronicizzare il processo infiammatorio mettendo in seria difficoltà i normali processi di auto-regolazione.

Contrastare la formazione di ateromi con antinfiammatori naturali

Integrazione funzionale
Supporta il fisiologico controllo dei processi degenerativi
Cell Protect
Cell Protect sostiene i meccanismi antinfiammatori naturali del corpo

La medicina convenzionale mira solo alla gestione dei sintomi infiammatori utilizzando steroidi o antidolorifici, come i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), senza eliminare la causa dell’infiammazione.

Questi farmaci hanno effetti collaterali anche gravi, compreso il sanguinamento gastrointestinale e attacchi cardiaci fatali.

Dato questo scenario, un gruppo di ricercatori ha condotto delle ricerche utilizzando specifici nutraceutici che agiscono in sinergia, verificando le potenzialità come antinfiammatori naturali di supporto nelle varie fasi della flogosi.

In particolare, è stato studiato il processo infiammatorio delle pareti dei vasi sanguigni, un fattore importante nello sviluppo dell’arteriosclerosi, in cui l’accumulo di placca nelle arterie conduce a infarti e ictus.

Un ulteriore passo avanti nella ricerca di antinfiammatori naturali arriva dall’analisi dell’azione protettiva svolta da una specifica combinazione di nutraceutici sulle cellule muscolari lisce delle pareti delle arterie contro i danni da infiammazione [1].

Antinfiammatori naturali da una sinergia di nutraceutici selezionati

Lo studio sottolinea come una combinazione di nutraceutici abbia salvaguardato con successo le cellule dagli effetti dell’infiammazione meglio di un antidolorifico ampiamente utilizzato tipo FANS e ibuprofene. I risultati della ricerca non si sono limitati a esperimenti con cellule e tessuti (in vitro), ma sono stati confermati nei sistemi viventi (in vivo).

Negli animali con infiammazione indotta sperimentalmente, la miscela di nutrienti ha diminuito in media dell’ 80-90% la produzione dei vari fattori infiammatori, quali citochine, interleuchine e il fattore di necrosi tumorale (TNF – alfa). Al contrario, l’ibuprofene è in grado di sopprimere questi marcatori solo del 20-30% [2].

Integrazione funzionale
Supporta il fisiologico controllo dei processi degenerativi
Cell Protect
Cell Protect sostiene i meccanismi antinfiammatori naturali del corpo

La miscela di nutraceutici sviluppata dai ricercatori ha anche un altro importante effetto: può facilitare la soppressione della COX-2, un enzima pro-infiammatorio specifico, fino al 90%! Ciò è particolarmente significativo perché l’ibuprofene non è efficace contro l’enzima della COX-2.

Gli studi [1-2] mostrano come specifiche combinazioni di micronutrienti siano superiori ai farmaci tradizionali per quanto riguarda i meccanismi chiave dell’infiammazione. Poiché l’infiammazione è un processo biologico complesso, richiede una corretta combinazione di micronutrienti nutraceutici per controllare i diversi meccanismi coinvolti.

Mentre alcuni singoli nutrienti possono mostrare scarsi effetti antinfiammatori naturali, una miscela costruita sulla base della capacità di reazione sinergica di ogni elemento, può indirizzare simultaneamente molteplici meccanismi coinvolti nella risposta infiammatoria.

Ciò dimostra che assemblando diverse molecole nutraceutiche si possono ottenere antinfiammatori naturali privi di effetti collaterali, utilizzabili in modo efficace e sicuro per un miglior controllo del processo infiammatorio e per alleviare le malattie ad esso associate.

Puoi trovare una sinergia di nutraceutici coerente con questi studi a questo link.

Riferimenti

1. Anti-atherogenic effects of a mixture of ascorbic acid, lysine, proline, arginine, cysteine, and green tea phenolics in human aortic smooth muscle cells.
Ivanov V, Roomi MW, Kalinovsky T, Niedzwiecki A, Rath M.
Journal of Cardiovascular Pharmacology 2007 Mar;49(3):140-5 DOCUMENTO PDF COMPLETO

PubMed

2. Essential nutrients suppress inflammation by modulating key inflammatory gene expression.
Ivanov V, Cha J, Ivanova S, Kalinovsky T, Roomi MW, Rath M, Niedzwiecki A.
International Journal of Molecular Medicine 2008 Dec;22(6):73-41 DOCUMENTO PDF COMPLETO

PubMed

3. Role of neuroinflammation in neurodegenerative diseases
Wei‑Wei Chen et al.
Spandidos Publication 2016 https://doi.org/10.3892/mmr.2016.4948

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.