329 0194373 CONTATTI
Depurare il fegato per favorire uno stato di calma e centratura 1 -

Depurare il fegato per favorire uno stato di calma e centratura

Depurare il fegato per favorire uno stato di calma e centratura 2 -Nel fegato hanno luogo tante di quelle reazioni chimiche da coinvolgerlo in qualche modo nei meccanismi emotivi quasi quanto l’attività degli ormoni; è noto infatti come questi ultimi influiscano direttamente sullo stato emotivo [1].

Tuttavia, l’impeto e la forza che hanno le emozioni non sono casuali: quando vedi qualcuno esplodere con notevole intensità, su una cosa lieve, è possibile che ciò dipenda dal fegato.

I cinesi, ben 4000 anni fa, avevano notato come le emozioni siano connesse allo stato del fegato.

Quando il fegato è “caldo”, lo sono anche le tue emozioni. Quando il fegato è atono e “fresco”, sei calmo e rilassato.

Sei invece sei alterato, emotivamente instabile, e senza pazienza con le persone, potrebbe essere il tentativo del tuo fegato di dare l’allarme perché ha bisogno di aiuto.

Pensa al fegato come a un forno. Se è fresco, le tue emozioni sono pacate e regolari, se è caldo le tue emozioni diventano più intense e sei facilmente irritabile.

Coloranti, conservanti, additivi chimici, resine ecc, sono carburante esplosivo per il tuo fegato.

Questo tipo di combustibile può mantenere il tuo fegato caldo per ore o giorni. Quando il fegato è così caldo, un piccolo problema può sembrare un’invasione da Marte!

Il fegato è responsabile di numerosissime funzioni vitali, tra queste sono comprese:

– l’aiuto a regolare lo zucchero nel sangue;

metabolizzare i grassi;

– sintetizzare la vitamina A;

– scomporre le sostanze tossiche;

– memorizzare ferro per il corpo;

– metabolizzare i carboidrati;

– metabolizzare le proteine;

– produrre bile per aiutarti a digerire il cibo;

– produrre proteine, quando ti fai male, per la coagulazione del sangue.

– scomporre i vecchi globuli rossi;

– immagazzinare energia “zuccherina” nella forma di glicogeno.

disintossicare e purificare il sangue.

Quest’ultima funzione mette il fegato sotto stress più di ogni altra.

Pensiamo per esempio alle tossine come l’alcool, agli additivi, ai dolcificanti artificiali, ai coloranti e ai grassi aggiunti non solo nel cibo, ma anche nei farmaci, negli integratori, ai farmaci stessi e ai principi attivi in essi contenuti: ogni singola sostanza deve essere ripartita e rimossa dal sangue ad opera del fegato.

A tutto ciò si deve aggiungere la costante esposizione a tossine ambientali e metaboliche, che da sola può costiuire un notevole impegno per questo straordinario organo-filtro che abbiamo in corpo.

Tuttavia, il fegato ha la capacità di rigenerarsi con l’aiuto di alcune piante e vitamine in grado di sostenere e contribuire a una buona purificazione dalle tossine.

Di seguito 8 suggerimenti che puoi adottare ogni giorno:

1. Bere il tè verde al posto del solito tè nero.

Di tutti i tipi di tè, il tè verde contiene maggiori quantità di antiossidanti: i polifenoli. Secondo studi clinici, l’Università del Maryland [2] ha evidenziato che 10 tazze di tè verde al giorno apportano effetti benefici al fegato.

2. Aggiungi le foglie di tarassaco alla tua insalata.

Le foglie di tarassaco, ricche di vitamine e minerali, aiutano a purificare e a “rinfrescare” il fegato.

3. Aggiungere la curcuma più spesso possibile in quanto contiente curcumina.

La curcumina è un potente antiossidante, ma anche un anti-infiammatorio ed uno stimolante della produzione di bile.

Secondo MedlinePlus, una tra le più grandi librerie mediche aggiornate dedicata ai consumatori, la medicina tradizionale usa questa spezia per curare i problemi al fegato. [3]

4. Semi di sedano

Metti a macerare in acqua bollente dei semi di sedano schiacciati. Gli studi su animali suggeriscono che i semi di sedano sono in grado di proteggere il fegato dagli effetti tossici del paracetamolo – Università del Maryland [2].

I semi di sedano hanno proprietà diuretiche e possono interagire con i farmaci. Nel caso tu assuma dei farmaci, parlane con il medico.

5. Mangia spesso carciofi.

Nel 1960, una ricerca effettuata in Italia ha dimostrato che i carciofi sono utili nel trattamento dell’epatite.

6. Una capsula di Cardo Mariano ai pasti.

Vari studi condotti sul cardo mariano e i disturbi epatici umani hanno dimostrato il miglioramento delle funzioni del fegato – Università del Maryland [2].

7. Vitamina C durante il pasto.

Presso l’Università del Michigan, Vincent Zannoni ha dimostrato che la vitamina C protegge il fegato. [4]

Anche dosaggi bassi come 500 milligrammi al giorno aiutano a prevenire l’accumulo di grassi e la cirrosi.

5000 mg di vitamina C al giorno sembra spazzino via i grassi dal fegato; oltre i 50.000 mg al giorno (non è un errore di stampa), elimina l’ittero in meno di una settimana, aiutando i pazienti a sentirsi meglio in pochi giorni. [5]

Il metodo di determinazione delle dosi adeguate di vitamina C per il trattamento della malattia è la tolleranza intestinale. [6]

8. Vitamine B

Le vitamine del gruppo B sono direttamente coinvolte nel metabolismo dei grassi nel fegato, in sinergia con L-carnitina e Vitamina C. La carnitina è un cofattore essenziale per il metabolismo dei grassi, perchè solo attraverso questa sostanza gli acidi grassi necessari alla combustione per ottenere energia possono essere trasportati nei mitocondri cellulari. [7]

Ricapitolando, di seguito gli alimenti utili a sostegno delle attività del fegato sono:

• Tè verde

• Tarassaco

• Curcuma

• Carciofi

• Semi di sedano

• Cardo Mariano in capsule

Vitamina C

Vitamine del gruppo B e carnitina.

Leggi anche la tecnica del lavaggio epatico spiegata passo passo.

Soluzioni naturali clinicamente testate

The verde (polifenoli) + curcumina  |  Vitamina C  | Abbassare il colesterolo

 

Riferimenti

[1] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1877373/?page=1

[2]

[3]

[4] Ritter, M. “Studi in cui la vitamina C potrebbe ridurre i danni al fegato,” Associated Press, 11 ottobre 1986

[5] (Cathcart, Robert F. III (1981)

[6] Journal of Psychiatry Ortomolecolar. 10:125-132.

[7] https://www.comemigliorare.com/2012/08/12/certe-vitamine-abbassano-il-colesterolo-lo-confermano-due-studi-clinici-del-dottor-rath/

 

I commenti sono disabilitati.