329 0194373 Contatti
Depurare il fegato per favorire uno stato<br> di calma e centratura 1 -

Depurare il fegato per favorire uno stato
di calma e centratura

fegatoNel fegato hanno luogo tante di quelle reazioni chimiche da coinvolgerlo in qualche modo nei meccanismi emotivi quasi quanto l’attività degli ormoni; è noto infatti come questi ultimi influiscano direttamente sullo stato emotivo [1].

Tuttavia, l’impeto e la forza che hanno le emozioni non sono casuali: quando vedi qualcuno esplodere con notevole intensità, su una cosa lieve, è possibile che ciò dipenda dal fegato.

I cinesi, ben 4000 anni fa, avevano notato come le emozioni siano connesse allo stato del fegato.

Quando il fegato è “caldo”, lo sono anche le tue emozioni. Quando il fegato è atono e “fresco”, sei calmo e rilassato.

Se invece sei alterato, emotivamente instabile, e senza pazienza con le persone, potrebbe essere il tentativo del tuo fegato di dare l’allarme perché ha bisogno di aiuto.

Pensa al fegato come a un forno. Se è fresco, le tue emozioni sono pacate e regolari, se è caldo le tue emozioni diventano più intense e sei facilmente irritabile.

Coloranti, conservanti, additivi chimici, resine ecc, sono carburante esplosivo per il tuo fegato

Questo tipo di combustibile può mantenere il tuo fegato caldo per ore o giorni. Quando il fegato è così caldo, un piccolo problema può sembrare un’invasione da Marte!

Il fegato è responsabile di numerosissime funzioni vitali, tra queste sono comprese:

– l’aiuto a regolare lo zucchero nel sangue;

metabolizzare i grassi;

– sintetizzare la vitamina A;

– scomporre le sostanze tossiche;

– memorizzare ferro per il corpo;

– metabolizzare i carboidrati;

– metabolizzare le proteine;

– produrre bile per aiutarti a digerire il cibo;

– produrre proteine, quando ti fai male, per la coagulazione del sangue.

– scomporre i vecchi globuli rossi;

– immagazzinare energia “zuccherina” nella forma di glicogeno.

disintossicare e purificare il sangue.

Quest’ultima funzione mette il fegato sotto stress più di ogni altra.

Pensiamo per esempio alle tossine come l’alcool, agli additivi, ai dolcificanti artificiali, ai coloranti e ai grassi aggiunti non solo nel cibo, ma anche nei farmaci, negli integratori, ai farmaci stessi e ai principi attivi in essi contenuti: ogni singola sostanza deve essere ripartita e rimossa dal sangue ad opera del fegato.

A tutto ciò si deve aggiungere la costante esposizione a tossine ambientali e metaboliche, che da sola può costiuire un notevole impegno per questo straordinario organo-filtro che abbiamo in corpo.

Tuttavia, il fegato ha la capacità di rigenerarsi con l’aiuto di alcune piante e vitamine in grado di sostenere e contribuire a una buona purificazione dalle tossine.

Di seguito 8 suggerimenti che puoi adottare ogni giorno:

Scelti dalla redazione
Tè verde
Un potente agente protettore contro i radicali liberi
Tè verde

1. Bere il tè verde al posto del solito tè nero

Di tutti i tipi di tè, il tè verde contiene maggiori quantità di antiossidanti: i polifenoli. Secondo studi clinici, l’Università del Maryland [2] ha evidenziato che 10 tazze di tè verde al giorno apportano effetti benefici al fegato.

 

 

2. Aggiungi le foglie di tarassaco alla tua insalata

Le foglie di tarassaco, ricche di vitamine e minerali, aiutano a purificare e a “rinfrescare” il fegato.

3. Aggiungere la curcuma più spesso possibile in quanto contiene curcumina

Scelti dalla redazione
Curcuma bio in polvere
Curcuma bio in polvere
Scelti dalla redazione
biocurcumax curcumina
biocurcumax curcumina
Scelti dalla redazione
Wplants piante antiossidanti
Wplants piante antiossidanti

 

 

 

 

 

La curcumina è un potente antiossidante, ma anche un anti-infiammatorio ed uno stimolante della produzione di bile.

Secondo MedlinePlus, una tra le più grandi librerie mediche aggiornate dedicata ai consumatori, la medicina tradizionale usa questa spezia per curare i problemi al fegato. [3]

4. Semi di sedano

Metti a macerare in acqua bollente dei semi di sedano schiacciati. Gli studi su animali suggeriscono che i semi di sedano sono in grado di proteggere il fegato dagli effetti tossici del paracetamolo – Università del Maryland [2].

I semi di sedano hanno proprietà diuretiche e possono interagire con i farmaci. Nel caso tu assuma dei farmaci, parlane con il medico.

5. Mangia spesso carciofi

Nel 1960, una ricerca effettuata in Italia ha dimostrato che i carciofi sono utili nel trattamento dell’epatite.

Scelti dalla redazione
Cardo mariano
Famoso per le sue proprietà digestive, diuretiche e depurative
Cardo mariano

6. Una capsula di Cardo Mariano ai pasti

Vari studi condotti sul cardo mariano e i disturbi epatici umani hanno dimostrato il miglioramento delle funzioni del fegato – Università del Maryland [2].

 

 

 

7. Vitamina C durante il pasto

Presso l’Università del Michigan, Vincent Zannoni ha dimostrato che la vitamina C protegge il fegato. [4]

Anche dosaggi bassi come 500 milligrammi al giorno aiutano a prevenire l’accumulo di grassi e la cirrosi.

5000 mg di vitamina C al giorno sembra spazzino via i grassi dal fegato; oltre i 50.000 mg al giorno (non è un errore di stampa), elimina l’ittero in meno di una settimana, aiutando i pazienti a sentirsi meglio in pochi giorni. [5]

Il metodo di determinazione delle dosi adeguate di vitamina C per il trattamento della malattia è la tolleranza intestinale. [6]

8. Vitamine B

Scelti dalla redazione
Contiene OPC, sostiene le funzioni cerebrali e l’energia
Vital Basic
Vital Basic

Le vitamine del gruppo B sono direttamente coinvolte nel metabolismo dei grassi nel fegato, in sinergia con L-carnitina e Vitamina C.

La carnitina è un cofattore essenziale per il metabolismo dei grassi, perché solo attraverso questa sostanza gli acidi grassi necessari alla combustione per ottenere energia possono essere trasportati nei mitocondri cellulari. [7]

Ricapitolando, di seguito gli alimenti utili a sostegno delle attività del fegato sono:

• Tè verde

• Tarassaco

• Curcuma

• Carciofi

• Semi di sedano

• Cardo Mariano in capsule

Vitamina C

Vitamine del gruppo B e carnitina.

Leggi anche la tecnica del lavaggio epatico spiegata passo passo.

Soluzioni naturali clinicamente testate

The verde (polifenoli) + curcumina  |  Vitamina C  | Abbassare il colesterolo

 

Riferimenti

[1] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1877373/?page=1

[2] [3] [4] Ritter, M. “Studi in cui la vitamina C potrebbe ridurre i danni al fegato,” Associated Press, 11 ottobre 1986

[5] (Cathcart, Robert F. III (1981)

[6] Journal of Psychiatry Ortomolecolar. 10:125-132.

[7] https://www.comemigliorare.com/2012/08/12/certe-vitamine-abbassano-il-colesterolo-lo-confermano-due-studi-clinici-del-dottor-rath/

 

I commenti sono disabilitati.