329 0194373

Efficacia clinica dei nutraceutici in pazienti con ipertensione

Efficacia clinica dei nutraceutici per ipertensione

L’ipertensione essenziale è un problema cardiovascolare molto diffuso, a cui la medicina tradizionale non ha ancora dato una esauriente spiegazione.

Se le cause sottostanti l’ipertensione essenziale fossero totalmente chiare, la distribuzione dei farmaci antiipertensivi probabilmente crollerebbe del 90%!

Infatti, circa il 90 per cento dei casi di pressione arteriosa elevata, ricevono una diagnosi di “ipertensione essenziale“, in altre parole dovuta a cause sconosciute.

In sostanza, il trattamento farmacologico tratta i sintomi più superficiali, senza intervenire sui meccanismi morbosi sottostanti, in lenta e costante progressione.

Nutraceutici e ipertensione essenziale

I nutraceutici sono molecole presenti in natura che in concentrazione adeguate potrebbero essere uno strumento promettente, utile a prevenire, ritardare e sostenere la terapia medica convenzionale.

Nutraceutica come rimedio per ipertensione medicina proattiva - pressione arteriosa alta

Schema Tradotto da “Nutraceuticals: A paradigm of proactive medicine” – European Journal of Pharmaceutical Sciences Volume 96, 1 January 2017, Pages 53-61

Numerose ricerche suggeriscono, ad esempio, che la Vitamina C aiuta a ridurre la pressione in pazienti ipertesi, anche se questi studi sono troppo brevi per ricevere un sufficiente consenso medico-scientifico1. L’estratto di semi d’uva (OPC) ha dimostrato di esercitare un impatto benefico sulla pressione sanguigna, soprattutto in persone giovani e sovrappeso2.

Vitamina C con OPC - nutraceutici funzionali

Vitamina C con OPC

Integratore funzionale di Vitamina C tamponata con OPC da semi di uva, in capsule vegetali.

Scopri di più

Secondo una recente meta-analisi pubblicata sull’ American Journal of Hypertension3, gli acidi grassi Omega-3 EPA e DHA presenti negli integratori di pesce grasso e nell’olio di pesce riducono la pressione sanguigna.

Studio pilota testa efficacia di una selezione di nutraceutici per ipertensione

Alcuni ricercatori californiani 3 si spingono oltre suggerendo che la causa di fondo (nel 90% dei casi di ipertensione) potrebbe essere uno “spasmo” della parete del vaso sanguigno innescato da carenza o malassorbimento di specifici nutrienti bioenergetici coinvolti nel funzionamento delle cellule della muscolatura liscia dei vasi sanguigni.

Questo studio è stato condotto per capire in quale misura può essere efficace una sinergia di micronutrienti nella prevenzione e nel trattamento dell’ ipertensione essenziale e del suo peggioramento.

Sono stati arruolati quindici soggetti con diagnosi di ipertensione, di età compresa tra i 32-69, ha preso parte allo studio per un periodo di quattro mesi.

I pazienti hanno assunto un dosaggio giornaliero di nutraceutici come rimedio per ipertensione, e hanno anche continuato a prendere il farmaco prescritto dal proprio medico.

La pressione sanguigna dei pazienti è stata misurata a intervalli bi-settimanali per un periodo di quattro mesi per garantire la documentazione completa dei risultati; inoltre, la misurazione è stata effettuata su entrambe le braccia.

Il valore di queste misurazioni in ciascun caso è stato utilizzato per la valutazione dell’efficacia del trattamento con nutraceutici.

Risultati

All’inizio dello studio, tutti i pazienti avevano valori di pressione sistolica e diastolica elevati: il valore medio della pressione arteriosa sistolica era 167, mentre la media della pressione diastolica era 97.

Dopo 32 settimane, la pressione di tutti i pazienti è migliorata

Alla fine dello studio, i pazienti avevano una pressione media arteriosa sistolica di 142 e una pressione media arteriosa diastolica di 83.

Integratore funzionale naturale - nutraceutici per ipertensione

Previt

Favorisce le normali funzioni della muscolatura liscia coinvolta nella regolazione della pressione sanguigna e nell’afflusso di sangue agli organi.

Scopri di più

Questi valori erano del 15% e del 16% inferiori, rispetto alle misurazioni effettuate all’inizio dello studio.

Risultati ottenuti senza effetti collaterali

L’integrazione di nutraceutici per ipertensione essenziale ha sortito effetti significativi senza causare  ipotensione.

Nella medicina convenzionale, invece, i farmaci possono dare sintomi da sovradosaggio, perché riducono artificialmente la pressione del sangue, ostacolando di fatto l’azione dei normali processi biochimici che intervengono nei meccanismi di regolazione spontanei.

Nella biochimica del metabolismo delle cellule muscolari lisce intervengono direttamente o indirettamente gruppi di molecole di micronutrienti essenziali che garantiscono la regolazione fisiologica della pressione in sintonia con il resto del corpo e le attività in cui si è coinvolti.

Questo studio è uno dei pochi che confermano la sicurezza dei nutraceutici per ipertensione essenziale ai primi sintomi, per evitare il peggioramento e talvolta consentire la riduzione del farmaco.

Tra i numerosi effetti collaterali del trattamento farmacologico troviamo ad esempio l’indebolimento del tessuto connettivo con ridotta azione della vitamina C nella formazione di connettivo, ipotensione, vertigini e aumento di peso come nel caso dei farmaci betabloccanti.

Ebook-colesterolo-in-salute

Diventa esperto del tuo colesterolo

Impara come proteggere dai farmaci il tuo sistema cardiovascolare attraverso l’alimentazione e l’integrazione funzionale.

Scopri di più

Libro scaricabile gratuitamente

Riferimenti

1. Juraschek SP, et al. Effects of vitamin C supplementation on blood pressure: a meta-analysis of randomized controlled trials. Am J Clin Nutr. 2012
PubMed

2. Zhang H, et al. The impact of grape seed extract treatment on blood pressure changes: A meta-analysis of 16 randomized controlled trials. Medicine (Baltimore). 2016 PMID: 27537554; PMCID: PMC5370781. Medicine

3. Paige E. Miller, et al. Long-Chain Omega-3 Fatty Acids Eicosapentaenoic Acid and Docosahexaenoic Acid and Blood Pressure: A Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials. American Journal of Hypertension 2014 https://doi.org/10.1093/ajh/hpu024

3. The Dr. Rath Research Institute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Google premia i contenuti originali