329 0194373

Guarire le fratture con la “micro” nutrizione

Guarire le fratture con i micronutrienti Alcuni micronutrienti possono essere particolarmente utili per promuovere il recupero di un osso rotto.

Oltre al Calcio ed alla vitamina D, altre vitamine, minerali e aminoacidi sono in grado di spingere il corpo ad assorbire e fissare meglio il calcio, fino a risultare utili per il mantenimento della salute delle ossa e dei tessuti nel corso degli anni.

Vitamina D

La vitamina D corrisponde a 5 precursori ormonali, ma le forme più importanti sono la vitamina D3 e la vitamina D2. [1] Il nostro corpo produce vitamina D grazie ad un’adeguata esposizione solare quotidiana.
Tuttavia, in determinati casi possiamo ricorrere all’integrazione, in particolare di vitamina D3.

La vitamina D3 è il tipo di vitamina D che il corpo produce in risposta all’esposizione solare, mentre la vitamina D2 no.

La maggior parte degli integratori contengono vitamina D3, ma è meglio controllare per essere sicuri. Se il medico ti prescrive la D2, chiedi di prendere la vitamina D3.

La vitamina D nei ragazzi giovani

Scelti dalla redazione
Vitamina D3 + K2 naturaliMyD3K2 Integratore alimentare di Vitamina D3+K2Adatto per adulti e bambini

Nei pressi di Beirut, un gruppo di 338 ragazzi, tra i 12 e i 13 anni, sono stati coinvolti in uno studio condotto dal

Dipartimento di Medicina del Libano.

Lo studio rivela che l’integrazione di vitamina D (dosi: da 1400 U.I. settimanali a 14.000 U.I. l’anno) può risultare particolarmente utile nelle bambine, per la formazione di una corretta geometria e densità ossea.[2]

Secondo uno studio [3] dell’Università di Zurigo (riportato in Archives of Internal Medicine), la supplementazione di vitamina D può ridurre il rischio di fratture ossee di ben il 20 per cento.

In totale, il gruppo di ricerca, condotto dalla dottoressa Heike Bischoff-Ferrari, ha messo in comune i risultati di studi clinici in doppio cieco che hanno coinvolto più di 42.000 partecipanti sui 65 anni di età.

Si è scoperto che la vitamina D è stata associata con una diminuzione del 14 per cento del rischio di fratture non vertebrali e un 9 per cento di diminuzione del rischio di fratture dell’anca.

Inoltre, si è visto che dosi più elevate hanno provocato meno probabilità di fratture rispetto a dosi più basse.

Una dose di 400 unità internazionali al giorno può ridurre le fratture dell’anca del 18 per cento e di fratture non vertebrali del 20 per cento.

Calcio

Il calcio è essenziale per la salute delle ossa e dei denti e per guarire le ossa rotte.

Le sigarette, l’alcool e la caffeina tendono ad esaurire tutti i livelli di calcio e ad ostacolare il recupero delle ossa rotte.

Le diete ad alto contenuto di grassi, sale e zucchero aumentano la perdita di calcio. Il fosforo, riscontrato spesso nelle bibite, è un altro nemico del calcio.

Micronutrienti per assorbire meglio il calcio

Aminoacido L-Lisina

Integratore Funzionale di antiossidanti

Integratore Funzionale di antiossidanti

La Lisina è un amminoacido che sostiene l’assorbimento del calcio e la rigenerazione dei tessuti connettivi.

Ciò ne fa un ingrediente naturale da aggiungere alla nostra alimentazione per il trattamento delle fratture.

La Lisina è importante anche nella formazione delle proteine muscolari.

Gli alimenti che contengono quantità significative di lisina sono lievito, prodotti di soia, latte e pesce.

Tuttavia, dato l’alto livello di intolleranze e allergie, insieme con la necessità di assumere dosi di Lisina in quantità controllabili ed adeguate può essere necessario ricorrere ad alcuni integratori.

Silice

La Silice è un minerale che aiuta la riparazione dei tessuti danneggiati. Inoltre aiuta il corpo ad assorbire il calcio e può accelerare il recupero delle fratture. Lo stesso vale per il magnesio.

Vitamina C

La vitamina C rafforza le ossa e il tessuto connettivo (insieme agli aminoacidi L-lisina e L-prolina), e svolge un ruolo importante nella cicatrizzazione dei tessuti, ossa comprese.

Ricevi la Newsletter

E’ noto che le cicatrici, le scottature, le piaghe  guariscono più velocemente grazie alla vitamina C.

La vitamina C in dosi massicce offre una marea di vantaggi tanto che c’è da chiedersi perchè si ostinano a NON utilizzarla negli ospedali!

La vitamina K

Conosciuto anche come menadione, la vitamina K aiuta il corpo nella coagulazione del sangue.

La vitamina K è importante anche nella formazione ossea e nella prevenzione dell’osteoporosi.

I farmaci anticoagulanti agiscono contro la vitamina K.

Oligoelementi

Il Boro, insiame a Calcio, Magnesio, Manganese e Rame aumentano l’assorbimento del calcio dal sistema digestivo e dal metabolismo.

N-acetil-D-glucosamina

Necessaria per la produzione ottimale di glicosaminoglicani, componenti chiave del tessuto connettivo, la N-acetil-D-glucosamina sostiene la formazione di cartilagine e di fluido sinoviale [4].

Condroitin solfato

Garantisce l’integrità e la funzione del tessuto connettivo necessario per la costruzione di ossa e articolazioni [4].

Arginina

Uno studio del 2009 condotto in India su un gruppo di conigli ha evidenziato come l’Arginina e la Lisina abbiano accorciato i tempi di cicatrizzazione delle fratture.

I risultati dello studio:
una migliore guarigione dell’osteotomia in termini di miglior vascolarizzazione, formazione di callo e mineralizzazione.

Il tempo di guarigione nel gruppo in cui sono stati somministrati i due aminoacidi è stato ridotto di un periodo di 2 settimane.[5]

Ebook-colesterolo-in-salute
Scopri perché le Vitamine D3 + K2
Sono così importanti per favorire le fisiologiche funzioni del sistema immunitario e del metabolismo delle ossa di grandi e piccini.
Libro scaricabile gratuitamente.

Scopri di più

Riferimenti e fonti

[1] Wikipedia [2] PubMed [3] Archives of Internal Medicine
Volume 169, Number 6, Pages 551-561
“Prevention of Nonvertebral Fractures With Oral Vitamin D and Dose Dependency
A Meta-analysis of Randomized Controlled Trials”
Authors: H.A. Bischoff-Ferrari, W.C. Willett, J.B. Wong, A.E. Stuck, H.B. Staehelin, E.J. Orav, A. Thoma, D.P. Kiel, J. Henschkowski [4] PDF The Role of Glucosamine Sulfate and Chondroitin Sulfates in the Treatment of Degenerative Joint Disease [5] NCBI

Herbs2000

Nutritional Guidelines and Information

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Google premia i contenuti originali